Golden Disc Festival – Premio Nazionale per Autori e Cantautori

 

Scadenza: 5 maggio 2009.

Il Golden Disc Festival è dedicato a cantanti, cantautori, autori, interpreti che vogliono entrare nel mondo della musica. Quest’anno, l’organizzazione presenta una novità importante. Le selezioni avverranno in 5 città italiane, da nord a sud, per dare maggiori opportunità di partecipazione anche in termini economici. Le città interessate sono Piacenza, Genova, Livorno, Formia e Reggio Calabria.

Oltre alla visibilità offerta dal Festival, particolare attenzione va ai luoghi di svolgimento di tutte le fasi dello stesso. Si tratta di strutture adeguate alla musica, dove è possibile ascoltare gli artisti dal vivo.Qui di seguito il regolamento del Festival.

ART. 1
Al Premio Golden Disc Festival 2009 possono partecipare interpreti e/o cantautori di ambo i sessi, anche formati in gruppo vocale, con composizioni del genere di musica leggera, pop e folk, senza limiti di cittadinanza, anche residenti all’estero, e senza limite di età.

La manifestazione prevede le seguenti categorie:

1 – INEDITI interpreti e cantautori senza limiti di età
2 – RAGAZZI cantanti di brani “cover” fino a 11 anni
3 – GIOVANI cantanti di brani “cover” dai 12 anni fino ai 17 anni compiuti
4 – EMERGENTI cantanti di brani “cover” dai 18 anni fino ai 25 anni compiuti
5 – ADULTI cantanti di brani “cover” dai 26 anni in poi.
È facoltà dei partecipanti iscriversi a più categorie, corrispondendo le quote previste per ogni categoria. Nel caso di formazioni vocali in duo, trio, quartetto, etc.. la quota da versare rimane invariata come se fosse un singolo, e, per l’inserimento delle formazioni vocali nella categoria di concorso, sarà considerata, all’interno della formazione stessa, l’età del componente più anziano.
ART. 2
Tutti i candidati devono indicare il titolo del brano scelto nella scheda di iscrizione e gli iscritti nella categoria INEDITI devono obbligatoriamente inviare la partitura scritta debitamente firmata dagli autori (testo e musica). È facoltà della segreteria chiedere di sostituire il brano presentato nel caso ci fossero altre iscrizioni con lo stesso brano. Per la precedenza vale la cronologia di iscrizione.
Tutti i partecipanti dovranno cantare dal vivo la canzone presentata, mentre la parte strumentale deve essere incisa su CD AUDIO di buona qualità e non potrà eccedere i 5 minuti. Evitare i CD-R in formato MP3. Sono ammessi, sulla base, cori e seconde voci. È tuttavia ammesso l’utilizzo di strumenti dal vivo che il solista voglia utilizzare per il proprio accompagnamento, quali chitarra o tastiera. È facoltà dell’organizzazione interrompere l’esibizione in mancanza di buona educazione e comportamento sul palco ed in base ai testi che non devono oltraggiare il buon senso del pudore. L’Organizzazione, in occasione di tutte le audizioni, metterà a disposizione gli impianti tecnici necessari. Le basi musicali e le partiture consegnate NON verranno restituite ed i concorrenti, in caso di superamento del turno di qualificazione, non potranno cambiare il brano scelto.
ART. 3
Per accedere alle selezioni i partecipanti devono inviare a:
Segreteria GOLDEN DISC – C.P. 441 – 57100 LIVORNO
1) Modulo di iscrizione compilato in ogni sua parte, stampabile anche da Internet, debitamente firmato.
2) Una fotografia a colori del partecipante o del gruppo vocale in formato 13×18 cm a figura intera
3) Un cd audio, contenente la base musicale del brano prescelto
4) Per la sezione INEDITI la partitura ed il testo del brano proposto.
5) Fotocopia del versamento della quota di iscrizione.
Quote di iscrizione:
Euro 55,00 per la categoria RAGAZZI
Euro 60,00 per la categoria
GIOVANI
Euro 70,00 per la categoria
EMERGENTI
Euro 80,00 per la categoria
ADULTI
Euro 80,00 per la categoria INEDITI
da versare su c/c postale n. 51942506intestato a:
Associazione Pietro Napoli – Piazza XI Maggio, 4 – 57122 LIVORNO
CAUSALE: ISCRIZIONE GOLDEN DISC 2009 (INDICARE LA CATEGORIA
)
(Prego indicare cognome e nome del partecipante anche se il bollettino è compilato da altri)
ART. 4
L’Organizzazione inviterà i partecipanti per la sessione di qualificazione tramite comunicazione telefonica o posta elettronica. I partecipanti dovranno presentarsi alle selezioni almeno tre ore prima della esibizione. Le varie fasi del Festival si terranno presso teatri o strutture idonee. In base alle iscrizioni è facoltà dell’organizzazione effettuare audizioni in diverse zone d’Italia. Sono già sedi di selezione le città di Genova, Piacenza, Livorno, Formia, Reggio Calabria.

Per le selezioni a Piacenza – Iscrizioni entro il 27 Marzo 2009
Per le selezioni a Formia – Iscrizioni entro il
01 Aprile 2009
Per le selezioni a Genova – Iscrizioni entro il
10 Aprile 2009
Per le selezioni a Livorno – Iscrizioni entro il
20 Aprile 2009
(aggiornamento del 24 aprile 2009: la data delle selezioni a Livorno è stata prorogata al 29 aprile 2009)
Per le selezioni a Reggio Calabria iscrizioni entro il 05 Maggio 2009



ART. 5
È facoltà dell’organizzazione predisporre stage professionali di musica e canto per l’approfondimento delle seguenti materie: Tecnica vocale e dizione – Storia della musica – Portamento sul palco ed uso del microfono.

ART. 6
L’Organizzazione può registrare e/o riprendere e/o far registrare e/o far riprendere e diffondere da terzi una o più fasi del Festival a livello radio-televisivo, audiovisivo, fotografico e fonografico. Ciascun partecipante autorizza, con l’iscrizione al Golden Disc, tali registrazioni e tali riprese, anche fotografiche, concedendo lo sfruttamento dei propri diritti di immagine connessi alla sua pubblica esecuzione ed alla sua presenza al Golden Disc anche ai fini delle eventuali operazioni di carattere promo-pubblicitario, senza alcuna limitazione di tempo e/o spazio e senza avere nulla a pretendere sia dall’Organizzazione che da terzi. L’organizzazione è espressamente sollevata da qualsiasi danno arrecato a cose e/o a persone di qualsivoglia natura, anche in relazione ai luoghi di svolgimento della manifestazione stessa.

ART. 7
L’Artista che non si presenterà per la selezione concordata non potrà pretendere il rimborso della quota di partecipazione.
Non sono dovuti ai partecipanti, a nessun titolo, rimborsi spese di qualsiasi natura.

ART. 8
La Commissione giudicatrice esprimerà il proprio voto autonomamente e solo dopo aver ascoltato tutti i concorrenti di categoria, nelle varie fasi di selezione, emetterà il giudizio con un voto insindacabile che darà accesso alle fasi finali.
I parametri di giudizio saranno principalmente legati alla valutazione della intonazione, tecnica, espressività vocale, presenza scenica, scelta del brano.

ART. 9
L’Organizzazione non si assume la responsabilità di eventuali disguidi postali in alcuna fase della manifestazione.

ART. 10
Le date e le zone previste per lo svolgimento delle selezioni sono:

il 29 marzo Piacenza (Roveleto di Cadeo) Discoteca Le Ruote
03 – 04 aprile Formia Centro Comm.le Itaca Auditorium Ulisse
dal 15 al 18 aprile Genova Teatro Altrove – Centro Storico
dal 02 al 06 maggio Livorno Teatro ENI
14 – 15 maggio Reggio Calabria Le Muse – Millenote

Saranno comunicate e confermate ai partecipanti di ogni zona ulteriori date, aggiornate sul sito www.goldendisc.it, anche in base al numero degli iscritti.

ART.11
Nelle sedi sopradescritte il Festival Golden Disc organizza le fasi regionali e ogni sede decreterà un gruppo di finalisti ed un vincitore di zona.
Tutti i finalisti delle sedi di selezione, avranno accesso alle fasi nazionali che si terranno a Livorno dal 09 al 12 giugno presso il Teatro ENI (semifinali).

I vincitori di ogni categoria (delle fasi semifinali) avranno diritto alla serata finale, presso il Regio Teatro Carlo Goldoni di Livorno il 13 giugno 2009.

ART. 12
I vincitori di ogni categoria riceveranno il Premio Golden Disc – Festival di Livorno, e saranno segnalati a promotori nazionali del campo musicale, per la possibilità di una produzione.
Saranno premiati anche i secondi e terzi classificati di ogni categoria.
Sono altresì previsti premi speciali tra i quali il Premio SKY TV ed il Premio Il Tirreno.
Tutti i concorrenti partecipano al Premio Critica Giornalistica che sarà consegnato da una speciale commissione e saranno segnalati sul sito
www.goldendisc.it.
I finalisti avranno la possibilità di partecipare ai festival italiani del circuito F.I.O.F.A. (Federazione Italiana Organizzazioni Festival d’autore), in collaborazione con Golden Disc.

ART.13
I candidati potranno essere inseriti in un cd (o Dvd) compilation del festival, da proporre eventualmente al mercato italiano e/o potranno essere inseriti in una raccolta audiovideo del festival.

ART.14
L’organizzazione si riserva la facoltà di produrre e promuovere uno o più spettacoli, con i partecipanti da promozionare durante il periodo successivo al Golden Disc, al quale i concorrenti, con la firma della domanda di iscrizione al festival, accettano di partecipare senza obbligo di compenso.

ART.15
L’Organizzazione potrà, per fatti imprevisti o sopravvenuti, introdurre modifiche o integrazioni al presente regolamento a tutela e salvaguardia del Festival stesso. In caso di controversie il Foro competente sarà quello di Livorno.
Golden Disc Festival di Livorno è ideato da Associazione Pietro Napoli – musica & cultura – Piazza XI Maggio, 4 – Livorno.

Per ulteriori informazioni, contattare i recapiti seguenti:

Direzione Artistica : Roberto Napoli (www.myspace.com/robertonapoli)

www.goldendisc.itwww.myspace.com/goldendiscfestival 

Domenico A. Di Renzo - MpA

Autore di testi iscritto SIAE e diplomato al CET, la scuola di musica di Mogol, dopo aver vinto una borsa di studio SIAE. Collabora con diversi artisti emergenti per alcuni dei quali ha curato i testi del disco di esordio. La musica è la sua più grande passione. O meglio, quella arrivata prima nella sua vita. Con gli anni è arrivato il primo computer, il primo contratto internet e con essi l’amore per l’informatica. Ha ideato MUSICApuntoAMICI nel 1999, agli albori di internet in Italia, quando farsi un sito tutto proprio non era così scontato (e semplice) come oggi. Cura i profili social e alcune rubriche del sito tra cui Vetrina Emergenti. Ha scritto un corso di metrica online e tiene corsi completi per autori di testi presso scuole di musica.

4 Risposte

  1. martina ha detto:

    Concorso emozionante,con una grande varietà di canzoni diverse tra loro,sia per i temi trattati che per le nuove ed esordienti melodie.L’unica mancanza di professionalità che è stato possibile riscontrare in maniera tanto evidente è ritrovata nelle tecniche audio.Personalmente non ritengo normale che i cantanti si trovino costretti durante l’esibizione a chiedere di accendere o alzare o abbassare il volume del microfono,basi musicali che vengono abbassate invece di alzare il volume del microfono quasi al termine dell’esecuzione(durante il primo tempo),fischi acuti del microfono quando i cantanti si avvicinavano al pubblico,è successo almeno 2 volte(durante il secondo tempo)e altro.
    Penso ci sia un tempo per le prove x tutto questo.
    Non me ne intendo particolarmente,è solo quello che ho percepito da pubblico in un teatro ad un Concorso Nazionale.
    Un pò assurdo visto che sarebbe bastato un minimo di serietà e di piccoli accorgimenti x rendere tutto al meglio.Peccato.
    Grazie

  2. roberto ha detto:

    Buonasera,
    sono Roberto Napoli. direttore della manifestazione Golden Disc.
    Ho notato il commento di Martina e rispetto le sue dichiarazioni.
    La rassegna ospita in questa prima fase di selezioni tutti gli aspiranti.
    Tutti indistintamente sono invitati a fare il sound check, che serve proprio per dare la possibilità al concorrente di dire cosa funziona bene e cosa potrebbe funzionare meglio.
    I cosidddetti “fischi” del microfono non sono altro che un effetto, chiamato effetto Larsen ( feedback acustico) che si verifica quando un microfono (o un qualsiasi strumento musicale elettrico, come una chitarra o un basso) è troppo vicino all’altoparlante ( nel caso di un palco, il microfono troppo vicino ai monitors). O meglio quando la capsula del microfono entra in “linea” con il cono dell’altoparlante.
    Questo effetto è sicuramente riducibile al minimo. Però se un cantante chiede di alzare il microfono in spia è molto probabile che gli sforzi dei tecnici fatti per evitare questo fastidio, poi diventino vani.
    Detto questo, che è solo un dettaglio minimo, direi che la attenzione debba essere invece concentrata sul piano emozionale dei concorrenti
    Essendo in un teatro e non ad una semplice audizione vocale, si vivono le sensazioni di una vera e propria serata live, con il “ritorno” della sala, con il brusio del pubblico, con gli applausi e quant’altro.
    Direi che questo primo passo del concorso debba essere preso in seria considerazione anche dai partecipanti per loro stessi, per le loro doti. E’ comunque possibile che l’errore umano sia effettuato dai tecnici, ma può anche essere che l’errore sia nella esecuzione, o meglio nel modo di “stare” sul palco.
    Ad ogni buon conto, non so chi sia Martina, (se nome vero o pseudonimo) , non so se sia concorrente o insegnate o autrice di canzoni o semplice ascoltatrice appassionata di musica, non so di dove sia, nè quanti anni abbia.
    Il fatto che abbia inserito il suo commento il giorno 7, potrebbe stare a significare che Martina sia stata presente alla serata del 6 maggio, dove veramente la varietà di canzoni proposte era ampia e dove erano ospitati i brani INEDITI, e dove in effetti ci sono stati un paio di effetti larsen.
    Preferirei che non se la prendesse con i tecnici, che sicuramente non hanno alcun interesse verso uno od un altro cantante.
    E sicuramente voglio tranquillizzarla sul fatto che la giuria (composta da insegnanti, musicisti esperti e giornalisti di spettacolo) non tiene assolutamente conto di eventuali problemi tecnici, ma valuta l’esecuzione su parametri legati alla voce ed alla tecnica vocale, oltrechè alla presenza scenica ed all’uso del microfono.
    Nella speranza di conoscere Martina in teatro, Le porgo a mezzo di questo sito internet i miei migliori saluti.
    Roberto Napoli
    http://www.goldendisc.it

  3. maria ha detto:

    anche io sono daccordo con il commento di martina, sono una cantante che ha partecipato alla manifestazione, serata del 06 maggio, oltre quello che lei ha affermato ed io confermo, ho riscontrato molta attenzione da parte dei tecnici su determinati cantanti e poca su altri, qualcuno molto curato e qualcuno no. essendo una manifestazione equa dovrebbe essere eseguita una regolazione per tutti uguale sia per cantanti e canzoni di rilievo come per cantanti e canzoni più modeste. forse la bellezza della manifestazione sarebbe stata più sentita dai cantanti e dal pubblico che comunque disapprovava questo modo di fare dei tecnici.
    anche il reverbero per alcuni era inserito per altri no, comunque penso siano parole inutili faccio tanti auguri a tutti i bravi cantanti.

  4. martina ha detto:

    Ringrazio il Signor Roberto Napoli per avermi risposto,non avrei mai pensato..la ringrazio x la spiegazione sull’effeto larsen, ,anche èstato solo il minimo . Come ha detto lei ognuno doveva avere la possibilità di fare il sound check per la propria canzone,e mi chiedo come è stato possibile farlo se le canzoni della serata,si del 6/05,so che sono state caricate verso le ore 19.00 ,e quanto e in che condizioni sono state provate le canzoni se lo spettacolo è iniziato poco dopo le 21.00,quanto hanno provato?due minuti a testa?…….E’ giusto il discorso sulla giuria,ma è anche giusto mettere i cantanti nella posizione di poter far vedere le loro qualità alla giuria poter esibirsi al meglio,e purtroppo non sono stati messi nella condizione di farlo….basta che riveda il video della serata,sicuramente noterebbe gli errori commessi…anche perchè giustamente lei nn mi conosce xchè le ripeto facevo solo parte del pubblico puo credermi o meno,ma da pubblico dopo i primi errori vedere i tecnici sdraiati sullo schienale con le braccia conserte dietro la nuca durante le esibizioni,non è un bello spettacolo,ti fanno pensare che siano stati lì solo a scaldare le sedie,semplicemente hanno fatto una pessima figura.Le dico inoltre che non ho parlato di un problema su una singola canzone,ma su tutta la serata,questo mi rende imparziale.
    Ringrazio la signora Maria,perchè forse vuol dire che non sono la sola ad averlo notato.
    Grazie di nuovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.