MpA intervista Leo Giusti, giovane cantautore fiorentino

Leo Giusti Anime e LacrimeDopo la vittoria a Sanremo Expo Music, nella categoria cantautori e a poco più di un mese dall’uscita del suo nuovo disco, Anime e Lacrime, MUSICApuntoAMICI intervista Leo Giusti, giovane (e promettente) cantautore fiorentino.

Ciao Leo, è uscito dal 10 maggio il tuo nuovo cd, Anime e Lacrime. L’album è disponibile in digital download e in tutte le edicole di Firenze. A distanza di oltre un mese, puoi già fare un primo bilancio? Come è stato accolto dal web e dalla tua città?
Ciao… Beh, per quanto riguarda le vendite non so dirti niente di preciso. Per quanto riguarda l’accoglienza, sta andando alla grande. Molti condividono i mie brani su Facebook e questo mi fa un immenso piacere. Non molto tempo fa una ragazza mi scrisse un messaggio in posta:

Ciao!! 🙂 Ieri, per caso, grazie ad una mia amica, ho ascoltato il tuo singolo “Come polvere”… beh, direi che è un vero capolavoro! Credo proprio che sei riuscito a tradurre a parole sensazioni che molte volte non riusciamo neanche a decifrare… Complimenti davvero! E grazie per la bella musica che ci regali ♥ Un abbraccio Federica.

Questo per me vuol dire tanto o meglio tutto… La cosa importante è arrivare dritti nel cuore delle persone e fare si che in qualche modo  essi si ritrovino nei miei testi.

Sfogliando il libretto dei testi, notiamo la presenza tra gli autori, di molti nomi oltre il tuo. Come sono nate queste collaborazioni?
Molte collaborazioni sono nate sul mio Myspace. Gianni Rodo, che è uno dei miei autori, mi contattò proprio li e da allora partii il tutto…

Facciamo un salto nel passato… quando è iniziata la passione per la musica del piccolo Leopoldo?
(ride) Non sono abituato a farmi chiamare Leopoldo, mi chiamano tutti Leo perché non mi piace molto. Ma molte persone mi dicono che è meglio Leopoldo perché particolare…  Ma a prescindere da questo piccolo particolare la musica è sempre stata compagna dei miei anni… Già da piccolo sentivo il tempo delle canzoni , infatti i miei genitori a 8 anni mi iscrivono a scuola di pianoforte e all’età di 12 a scuola di canto.
Accompagnandomi con il piano a 17 anni inizio a scrivere le mie prime canzoni se così si posso chiamare. Con il passare del tempo però sono migliorato nella scrittura e finalmente qualcosa di buono mi è uscito fuori.

Che genere di musica ascolti? Chi suono i tuoi “maestri” ispiratori, se ce ne sono?
Guarda, io ascolto un po’ di tutto. Anche perché chi fa musica o meglio chi vuole farla non deve fossilizzarsi su un singolo artista, genere o band. La mente deve tener spazio per musiche diverse, altrimenti non vi è cultura musicale.
Per quanto riguarda i maestri ispiratori non saprei definire… Ti spiego meglio. Molta gente dice che faccio un genere molto simile ai Modà ed ho un timbro vocale molto simile a Kekko (il cantante), ma credimi che quando scrivo e compongo o canto non penso assolutamente a loro.
Parlando sempre di Maestri, poco tempo fa ho avuto il piacere di conoscere un grande Maestro della musica italiana, Giancarlo Bigazzi e sua moglie Gianna, ero a casa loro ed ho avuto l’onore di suonare al suo pianoforte con lui seduto al mio fianco e credimi è stata un’emozione che non ci sono parole per spiegarla. Ecco lui è uno dei miei Maestri ispiratori.



Svelaci qualche segreto per i nostri lettori. Come nascono le tue canzoni? C’è un posto in particolare che favorisce la tua creatività?
La maggior parte delle mie canzoni nasce al pianoforte. Mi isolo nel mio studio mi siedo al pianoforte e in un’ora massimo due scrivo il pezzo. Ovviamente quando ho l’ispirazione, quella forte. Per quanto riguarda i testi ovunque mi trovi. Se sono in macchina o fuori mi scrivo la frase sul cellulare, mentre durante la notte su un blocco notes che tengo sul comodino. Poi cerco di metterci una musica di impatto o viceversa quando scrivo prima la musica. Un’altra cosa importante, come mi dice sempre Gianna, il pezzo deve essere incisivo già dal primo minuto.

L’estate è alle porte. Potremo seguirti dal vivo in giro per l’Italia?
Per il momento sono impegnato con feste private. Quando ci sarà una data pubblica lo annuncerò sul web via Facebook o sul mio sito.

Stai già scrivendo qualcosa di nuovo?
Sì certo… ci sono già pezzi nuovi che userò al meglio possibile. Stiamo lavorando anche per il nuovo pezzo che parteciperà ad “Area Sanremo”

La tua biografia riporta già successi importanti, come la vittoria nella categoria cantautori del Sanremo Expo Music 2011, con il brano “Il tuo nome”. Quali sono i tuoi progetti futuri?
Da li sono nati un po’ di contatti, e adesso vedremo… non voglio pronunciarmi troppo…

Ok, non insisto… prima di salutarci, vogliamo ricordare ai nostri lettori come fare per avere Anime e Lacrime?
Anime e lacrime lo trovate su tutti i digital stores (Itunes, Believe digital) ecc… e potrete acquistarlo scaricandolo direttamente sul vostro pc. Per chi invece volesse la copia fisica del disco può ordinarlo sul mio sito, www.leogiusti.it

Ti ringraziamo per la chiacchierata che ci hai concesso e ti facciamo un grande in bocca al lupo per la tua carriera.
Crepi il lupo. Grazie a te e grazie a tutti coloro che fino ad adesso mi hanno sempre sostenuto e continuano a farlo per far si che il mio sogno presto diventi realtà.

===

BIOGRAFIA
Leo Giusti nasce a Firenze il 07/05/88, fin da piccolo ha una grande passione per la musica così che a 8 anni inizia a studiare pianoforte.
Accorgendosi di riuscire a “dire” due parole in musica, a 17 anni inizia a comporre le sue prime canzoni.
Tra il 2007 e il 2008 compone 3 brani inediti intitolati “Per dire o per fare”, “Indiscutibilmente” e “Fai Pure La Tua Vita” curando personalmente testi e musica, affidandone gli arrangiamenti a Franco Poggiali (Arte Studio 53).
Dall’incontro con gli autori Gianni Rodo e Marco Meschis nasce la collaborazione che porta alla registrazione del brano Forse Capirai contenuto con i tre brani precedentemente citati nell’ep “Indiscutibilmente”,esordio discografico del cantautore fiorentino in vendita sui portali on line.

Ha partecipato a vari concorsi canori classificandosi nei primi posti come miglior timbro di voce , interpretazione e presenza scenica.

A giugno 2009 partecipa anche alle selezioni di AMICI di “Maria De Filippi” superando tutte le prove ed arrivando così ad un passo dalla trasmissione.

Novembre 2010 partecipa ad AreaSanremo con il brano IL TUO NOME che purtroppo viene scartato, ma viene ammesso alla finale di Sanremo Expo Music concorso parallelo al Festival della canzone Italiana che è iniziato proprio la settimana del Festival dal 15 al 19 febbraio 2011 che lo ha visto vincitore nella categoria cantautori.

A maggio 2011 è uscito il nuovo disco “Anime e lacrime” disponibile in tutti i portali online.

VIDEO
Ecco il videoclip del brano “Il tuo nome”, presentato al Sanremo Expo music 2011,  che Leo Giusti ha vinto nella categoria cantautori.

 

PER SAPERNE DI PIU’
http://www.youtube.com/user/leogiusti1?feature=mhee
http://www.leogiusti.it/
http://www.myspace.com/leopoldogiusti

Raffaella - Redazione MpA

Appassionata di scrittura creativa e musica. Dalla classica alla lirica, dal pop al metal, senza distinzione di genere ma solo lasciandosi trasportare dalle emozioni e dai mondi fantastici in cui solo la musica ti sa trasportare. Da sempre affascinata dal web e dalle grandi potenzialità offerte dalla Rete e dai social network. Nel 2002, complice MUSICApuntoAMICI, ha conosciuto suo marito Domenico. Grazie a quell’incontro si è avvicinata alla scrittura di articoli di musica per il sito dedicandosi in particolare alla musica emergente italiana. Il lavoro le ha fatto cambiare vita e città ma quella visione aperta su chi vuole entrare da protagonista nel mondo della musica e quel progetto nato per creare uno spazio libero per la musica emergente italiana, non l’hanno più abbandonata.

2 Risposte

  1. So chic ha detto:

    Centrato il bianconero della foto.

  1. 25 Giugno 2011

    […] Intervista su MpA, 20.06.2011 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.