Music Jobs Italia: lavorare con la musica – parte prima

Sito Music Jobs ItaliaDopo aver letto su MUSICApuntoAMICI della nascita di Music Jobs Italia (leggi qui), ho deciso di farci un giro; voglio capire meglio di che si tratta, approfondire i servizi destinati agli utenti del sito e condividere con voi il risultato della mia “esplorazione”.

Leggo dal comunicato stampa ufficiale: “…oramai pienamente attivo e con diverse centinaia di utenti e ospiti giornalieri, Music Jobs Italia vuole porsi come punto di riferimento in un settore ancora vergine in Italia, quello del recruitment in ambito culturale – affiancando alla possibilità delle aziende di pubblicizzare se stesse e le proprie offerte lavorative e degli utenti di candidarsi e farsi conoscere dagli operatori, anche una vera e propria identità da social network, con profili e bacheche su cui contattare gli amici, un forum che è luogo di incontro in cui discutere delle tematiche relative al lavoro ed alla musica e, non ultimo, un blog che si candida ad essere spazio di svago, riflessione ed informazione sulle medesime tematiche.”

Bene, le premesse sembrano ottime. Iniziamo dunque un viaggio in tre tappe che ci porterà a scoprire i segreti di Music Jobs Italia.

La prima cosa che faccio, dopo aver raggiunto il sito all’indirizzo http://www.music-jobs.com/it/, è registrarmi.

E’ possibile procedere alla registrazione in qualità di datore di lavoro/azienda o di candidato/individuo per una qualifica professionale. Cliccando sul link “Registrati” evidenziato in fig. 1, arriveremo alla pagina (fig. 2) che ci consente di scegliere il nostro profilo di registrazione. Per questo tutorial, ho scelto la registrazione come individuo (qualifica: cantautore/paroliere).

Music Jobs Italia - fase 1

Fig. 1

Music Jobs Italia - fase 2

Fig. 2

A questo punto, è possibile iscriversi compilando tutti i dati manualmente (fig. 3) o facendosi aiutare da Facebook (fig. 4): se siamo registrati al popolare social network, risparmieremo un po’ di tempo.



Music Jobs Italia - fase 3

Fig. 3

Music Jobs Italia - fase 4

Fig. 4

Nel compilare il modulo di registrazione, è molto importante scegliere con attenzione la propria qualifica, nel campo “tipi di lavoro a cui sono interessato”. Particolarmente apprezzata è la possibilità di inserire più di una qualifica.

Completando il modulo, si viene salutati con il proprio nome e cognome nella barra di navigazione del sito e con il link a “Il mio Profilo”.

Music Jobs Italia - fase 5

Fig. 5

A questo punto, possiamo già entrare nel profilo. Noteremo subito che lo stesso si compone di due parti. Una parte centrale (fig. 6) con il riepilogo delle principali informazioni inserite e un menu di navigazione (fig. 7) con una serie di link ad altrettante pagine dell’account.

Trattandosi di una nuova registrazione, nella parte centrale vedremo solo il nostro nome, la data di “ultimo aggiornamento” che coincide con quella di registrazione e la possibilità di inserire il proprio Curriculum Vitae. Vedremo nella seconda parte come sfruttare al meglio questa possibilità.

Music Jobs Italia - fase 6

Fig. 6

Music Jobs Italia - fase 7

Fig. 7

Prima di salutarci, però, voglio farvi notare nel menu una serie di link a servizi che sembrano essere molto interessanti. Ne cito tre per tutti: messaggi privati, statistiche e visualizzazione in PDF del proprio profilo su Music Jobs. Scopriremo nella terza parte di questo tutorial come funzionano questi e altri servizi del sito che sembrano promettere grandi possibilità a chi vuole lavorare da professionista nel mondo della musica.

==========
Note:
Scritto da Domenico A. Di Renzo per
www.musicapuntoamici.it
La riproduzione di questo articolo è consentita solo citando la fonte: “sito internet www.musicapuntoamici.it” (sul web con link attivo).

Domenico A. Di Renzo - MpA

Autore di testi iscritto SIAE e diplomato al CET, la scuola di musica di Mogol, dopo aver vinto una borsa di studio SIAE. Collabora con diversi artisti emergenti per alcuni dei quali ha curato i testi del disco di esordio. La musica è la sua più grande passione. O meglio, quella arrivata prima nella sua vita. Con gli anni è arrivato il primo computer, il primo contratto internet e con essi l’amore per l’informatica. Ha ideato MUSICApuntoAMICI nel 1999, agli albori di internet in Italia, quando farsi un sito tutto proprio non era così scontato (e semplice) come oggi. Cura i profili social e alcune rubriche del sito tra cui Vetrina Emergenti. Ha scritto un corso di metrica online e tiene corsi completi per autori di testi presso scuole di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.