Banda larga, strada lunga

Fibra OtticaIn questi giorni stiamo assistendo ad un forte dibattito sulla banda larga in Italia.

Siamo ancora lontani dall’applicazione pratica delle tante “teorie”, tuttavia il fatto che se ne parli sui media tradizionali (oltre che sul web, ovvio habitat naturale) e che si ponga attenzione alle classifiche che vedono l’Italia ancora troppo indietro nella classifica dei Paesi con accesso alla banda larga, è comunque un primo fondamentale passo avanti verso la modernizzazione del nostro Paese.



A chi voglia informarsi di più sullo stato delle cose, consiglio di leggere l’annuale relazione presentata al Parlamento da Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni che è possibile scaricare a questo indirizzo: http://www.agcom.it/relazione-annuale-al-parlamento-2015.

Come si potrà evincere dalla relazione (dove si parla di arretratezza preoccupante) nonché dalla nostra quotidiana esperienza, l’Italia deve percorrere ancora tanta strada nel suo cammino verso lo sviluppo tecnologico che la renda più competitiva nei confronti degli altri Paesi europei.

Un aspetto importante della “sfida banda larga” (ma solo uno dei tanti!) sarà portare dentro il sistema sempre più servizi di pubblica utilità, rendendoli disponibili all’utente/cittadino/impresa senza la necessità di allontanarsi dalla scrivania. Solo se e quando la Pubblica Amministrazione sarà in grado di (o “costretta” a…) raccogliere questa sfida, la banda larga acquisirà sempre più spazio e sarà più accessibile anche in termini economici (la “banale” curva della domanda e dell’offerta è applicabile anche in questo campo).

La strada è ancora lunga ma stiamo iniziando a percorrerla….

Domenico A. Di Renzo - MpA

Autore di testi iscritto SIAE e diplomato al CET, la scuola di musica di Mogol, dopo aver vinto una borsa di studio SIAE. Collabora con diversi artisti emergenti per alcuni dei quali ha curato i testi del disco di esordio. La musica è la sua più grande passione. O meglio, quella arrivata prima nella sua vita. Con gli anni è arrivato il primo computer, il primo contratto internet e con essi l’amore per l’informatica. Ha ideato MUSICApuntoAMICI nel 1999, agli albori di internet in Italia, quando farsi un sito tutto proprio non era così scontato (e semplice) come oggi. Cura i profili social e alcune rubriche del sito tra cui Vetrina Emergenti. Ha scritto un corso di metrica online e tiene corsi completi per autori di testi presso scuole di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.