Esce Whatever day suits you best, il nuovo album dei Central Unit

Esce Whatever day suits you best, il nuovo album dei Central UnitIl nuovo album dei Central Unit esce per la M.P. & Records (distribuzione G.T. Music Distribution) dopo Internal Cut (2004) e I See You (2010) e racconta una giornata qualunque nella vita frenetica di molti tra noi.

Qualunque giorno ti si addica meglio. Whatever day suits you best.

A bordo, On Board, per iniziare un Gear Path, percorso di marcia che condurrà inevitabilmente ad essere Snowed Under, sommerso di lavoro eseguito controvoglia e freneticamente – Get It Out of Your System – per poter passare ad altro, o almeno poter sognare ad occhi aperti di riposarsi su un’altalena, Seesaw Daydream, e chiedersi a che scopo tutto ciò. What Use.



Come sempre, una fusione di elettronica, melodia e idee jazz create dall’attuale formazione dei Central Unit: Alberto Pietropoli ai sax e flauto, Enrico Giuliani al basso, Riccardo Lolli alle tastiere e programmazione, Andrea Ventura alla batteria e percussioni.

L’album è stato registrato e mixato da Riccardo Lolli; il master è a cura di Roberto Costa, già coautore, arrangiatore e bassista per Lucio Dalla. Costa è anche l’artefice del remix di What Use presente in chiusura dell’album, il noto brano dei Tuxedomoon nell’esecuzione dei Central Unit dall’EP “Loving Machinery” (1982), ristampato sempre da M.P. & Records nel 2004 insieme all’album di debutto del 1983 “Central Unit”.

Il disegno di copertina è realizzato ancora una volta da Giorgio Carpinteri, autore delle copertine di tutti gli album dei Central Unit dal 1982.

Tracklist:
1 – On Board (6:05)
2 – Gear Path (5:49)
3 – Snowed Under (5:07)
4 – Get It Out of Your System (6:17)
5 – Seesaw Daydream (8:20)
6 – What Use (Bob Costa Remix) (5:12)

Per seguire i Central Unit:

Raffaella - Redazione MpA

Appassionata di scrittura creativa e musica. Dalla classica alla lirica, dal pop al metal, senza distinzione di genere ma solo lasciandosi trasportare dalle emozioni e dai mondi fantastici in cui solo la musica ti sa trasportare. Da sempre affascinata dal web e dalle grandi potenzialità offerte dalla Rete e dai social network. Nel 2002, complice MUSICApuntoAMICI, ha conosciuto suo marito Domenico. Grazie a quell’incontro si è avvicinata alla scrittura di articoli di musica per il sito dedicandosi in particolare alla musica emergente italiana. Il lavoro le ha fatto cambiare vita e città ma quella visione aperta su chi vuole entrare da protagonista nel mondo della musica e quel progetto nato per creare uno spazio libero per la musica emergente italiana, non l’hanno più abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.