Resteremo soli insieme, il primo album dei Depenna Caimano

Resteremo soli insieme, il primo album dei Depenna CaimanoUn equilibrio di chitarre e synth che si colloca nella collezione primavera-estate dell’indie pop di provincia. Resteremo soli insieme è il primo album dei Depenna Caimano e contiene “le dieci canzoni perfette per testare la nuova cassa bluetooth comprata in spiaggia“.

Il disco è il frutto di un’accurata ricerca di sonorità fresche e attuali realizzata utilizzando esclusivamente strumenti analogici; questo equilibrio tra il vintage e il presente, che rispecchia la filosofia di questo progetto, è stato possibile grazie alla sapiente mano del produttore artistico Claudio Cattero e alla strumentazione messa a disposizione dallo studio Manifatture Musicali in cui è stato interamente registrato, mixato e masterizzato il disco.

Il viaggio all’interno di questo disco inizia di lunedì quando il weekend è ormai alle spalle e ricominciano di nuovo le lezioni all’università. E’ questo il tema della traccia di apertura Già Lunedì.
In ogni canzone è raccontata una piccola storia non per forza importante ma comunque autobiografica come si può facilmente capire da brani come Il Tempo è Finito Per Noi, Senza Sentire o Chiara.
Il viaggio si conclude con la title track Resteremo Soli Insieme: un saluto intimo e malinconico, solamente le note di un piano Rodhes che accompagnano una voce che esprime fragilità.

Dietro i Depenna Caimano ci sono i tre ventiduenni Pietro Folco (voce e chitarra ritmica), Antonio Passarella (basso e tastiere) e Dario Rubella (batteria e drum machine) che provano a scrivere canzoni, a volte riuscendoci a volte no.
Musicalmente sono cresciuti insieme all’interno del progetto Disthurbia e negli anni hanno raffinato le loro sonorità; il risultato sono queste prime dieci canzoni.



Chiara, il primo videoclip estratto dall’album, è stato presentato al XXII Valsusa FilmFest.

Biografia.
Siamo Antonio, Dario e Pietro, ci facciamo chiamare Depenna Caimano e facciamo musica, per essere precisi facciamo indie pop (come un po’ tutti ultimamente, no?)
Per la nostra giovane età e per la nostra passione per il trekking, ci piace definirci il nuovo che avanza, proprio come quell’unico bullone che ti rimane in mano quando finisci di montare la nuova poltrona da ufficio di IKEA… E proprio come quel bullone avanzato che un giorno o l’altro, al primo scricchiolio della sedia, ti servirà anche noi speriamo prima o poi di servirti… Magari sopra un bel piatto del giradischi ti serviremo l’album con le nostre canzonette e tu lo ascolterai sulla tua poltrona scricchiolante…

Resteremo soli insieme, il primo album dei Depenna CaimanoMusicalmente siamo cresciuti insieme all’interno del progetto Disthurbia con il quale abbiamo raccolto le nostre prime soddisfazioni: vincitori del We Love Music Contest nel 2012, vincitori del BierFest Almese nel 2014, finalisti di Emergenza e Pagella Non Solo Rock nel 2017.
Abbiamo avuto l’opportunità di lavorare con Luca Vicini (Subsonica) che ha curato la produzione di un nostro brano ancora inedito: Senza Sentire.
Nella seconda metà del 2017 ci siamo dedicati alla registrazione del nostro primo album formato da dieci brani inediti comprendenti il nostro primo singolo Chiara e un’altra versione della canzone Senza Sentire.

Quello che cerchiamo di esprimere con le nostre canzoni è la leggerezza di avere poco più di vent’anni che combatte ogni giorno con una nostalgia innata, profonda ma stupida, di ciò che già è passato: il futuro ormai è quasi presente e noi non sappiamo se esserne entusiasti o spaventati, l’unica cosa che sappiamo con certezza è che, qualunque cosa succeda, anche se resteremo soli, ci resteremo insieme.

Per conoscere meglio i Depenna Caimano:
https://www.facebook.com/depennacaimano/

Raffaella - Redazione MpA

Appassionata di scrittura creativa e musica. Dalla classica alla lirica, dal pop al metal, senza distinzione di genere ma solo lasciandosi trasportare dalle emozioni e dai mondi fantastici in cui solo la musica ti sa trasportare. Da sempre affascinata dal web e dalle grandi potenzialità offerte dalla Rete e dai social network. Nel 2002, complice MUSICApuntoAMICI, ha conosciuto suo marito Domenico. Grazie a quell’incontro si è avvicinata alla scrittura di articoli di musica per il sito dedicandosi in particolare alla musica emergente italiana. Il lavoro le ha fatto cambiare vita e città ma quella visione aperta su chi vuole entrare da protagonista nel mondo della musica e quel progetto nato per creare uno spazio libero per la musica emergente italiana, non l’hanno più abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.