Anche quando non vuoi, l’inedito pop di due artisti del San Carlo, Lupoli-De Maio

Anche quando non vuoi, l’inedito pop di due artisti del San Carlo, Lupoli-De MaioE’ stato presentato al PAN Palazzo delle Arti Napoli il nuovo singolo del duo lirico Olga De Maio e Luca Lupoli (soprano e tenore) intitolato Anche quando non vuoi.

Il brano, scritto per i due artisti del Teatro San Carlo, da Paolo Audino per il testo e da Nando Misuraca per la musica e gli arrangiamenti, nasce dalla collaborazione tra l’etichetta discografica indipendente “Suono Libero Music” e l’Associazione Culturale “Noi Per Napoli”. Due firme prestigiose per i due artisti partenopei: Audino in carriera vanta collaborazioni eccellenti, tra queste Amedeo Minghi, Andrea Bocelli, Luca Barbarossa e Mina-Celentano per cui ha composto la celebre Brivido Felino. Misuraca, nonostante la sua giovane età, si è già distinto per numerosi premi vinti da cantautore (tra questi il “Pigro Ivan Graziani”) ed ha collaborato con Goran Kuzminac, Erminio Sinni, Clementino avendo come padrino Renzo Arbore. Inoltre, da sei anni, è discografico ed editore proprio con l’etichetta discografica che si è fatta co-promotrice del progetto.

Anche quando non vuoi, l’inedito pop di due artisti del San Carlo, Lupoli-De MaioLa canzone, nello stile Pop-Opera, ha nell’amore universale il suo fulcro centrale. Amore per la musica, l’arte e la bellezza. Le location del videoclip sono Palazzo Caracciolo (palazzo monumentale eretto nel 1584 oggi rinomata struttura alberghiera di lusso) ed alcuni scorci bucolici inediti della città della Sirena Partenope, tra questi il Bosco di Capodimonte.



Anche quando non vuoi, l’inedito pop di due artisti del San Carlo, Lupoli-De MaioMa le istituzioni non hanno fatto mancare il loro supporto al progetto tanto che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, nella persona di Nino Daniele ha presenziato alla prima proiezione del videoclip sottolineando il forte legame con il progetto presente e futuro. Stesso discorso per il Consiglio Regionale della Campania che ha conferito il Patrocinio Morale.

Il messaggio che gli artisti De Maio e Lupoli desiderano lanciare ci è spiegato dagli stessi cantanti:

Il nostro obiettivo é quello di spronare i giovani ad avvicinarsi alla musica, in particolare a quella classica, che non dev’essere vista come una disciplina obsoleta, ma come la madre di tutte le arti musicali, matrice della moderna musica leggera e con cui può, all’occorrenza duettare. L’arte che libera l’anima e rende uomini migliori, trasformando le esistenze di chi si sente smarrito, solo, vuoto e senza un senso.

Gli fa eco uno degli autori, Nando Misuraca che racconta così la genesi del brano:

Quest’estate sono stato a Lucca ed a Viareggio ed ho visitato le due residenze del grande Maestro Giacomo Puccini. Sono stato inebriato ed attraversato dalle sue immortali melodie, tanto che sono voluto tornare più volte a studiare i suoi scritti e quando sono tornato avevo tra le dita le note di questo brano, splendidamente completato dal testo di Audino.

Ed è proprio l’autore romano, celebre per brani come “Brivido Felino” e “Per noi” a concludere:

Ho accolto con piacere ed entusiasmo la proposta di Misuraca. Questa canzone parla ai giovani e non di quel sentimento universale che deve sempre vincere dentro di noi quando tutto sembra remarci contro. Amo Napoli-prosegue Audino- che è patrimonio mondiale ed a cui devo molto della sua formazione artistica per le eccellenze musicali che negli anni ha regalato e due artisti del Teatro San Carlo rappresentano, per l’appunto, un qualcosa di molto elevato.

Il prodotto, su etichetta Suono Libero Music, è distribuito da Believe Digital su 240 store digitali ed anticipa l’album del duo in uscita a Dicembre 2018.

Raffaella - Redazione MpA

Appassionata di scrittura creativa e musica. Dalla classica alla lirica, dal pop al metal, senza distinzione di genere ma solo lasciandosi trasportare dalle emozioni e dai mondi fantastici in cui solo la musica ti sa trasportare. Da sempre affascinata dal web e dalle grandi potenzialità offerte dalla Rete e dai social network. Nel 2002, complice MUSICApuntoAMICI, ha conosciuto suo marito Domenico. Grazie a quell’incontro si è avvicinata alla scrittura di articoli di musica per il sito dedicandosi in particolare alla musica emergente italiana. Il lavoro le ha fatto cambiare vita e città ma quella visione aperta su chi vuole entrare da protagonista nel mondo della musica e quel progetto nato per creare uno spazio libero per la musica emergente italiana, non l’hanno più abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.