Meditazione motivazionale cantata, la “canzoneterapia” di Adriano Formoso

Adriano Formoso - Meditazione motivazionale cantataMeditazione motivazionale cantata è il brano singolo estratto dal disco-libro “Nascere a tempo di Rock” di Adriano Formoso. Il brano è un elaborato in versione canzoneterapia della traccia neuropsicofonica omonima contenuta nel libro e, grazie al forte impatto di un testo pensato per indurci a riflettere, l’ambientazione del videoclip ripercorre il vissuto quotidiano dell’artista Naturopata e Psicologo Psicoterapeuta. Dalla stanza d’analisi e il suo studio, le immagini ci portano in un reparto d’ostetricia dove egli fa della propria musica un efficace ausilio facilitatore durante la gravidanza, il travaglio e il parto. Frequenze neuropsicofoniche coadiuvate ad un arrangiamento, impeccabilmente ipnotico e meditativo, regala a questo singolo una verve travolgente e carismatica, in grado di conquistare tempo e attenzione in qualsivoglia contesto sia per la sua originalità che per il suo spessore culturale.

Nascere a tempo di Rock, disco-libro

Nell’immagine, la copertina di “Nascere a tempo di Rock”, disco-libro

Prodotto e diretto da Adriano Formoso e Paolo Barbera, con la fotografia di Paolo Barbera, il videoclip abbina le parole del testo a riprese di scritte particolarmente significative: “per questo non farti ancora male per non far soffrire gli altri”, “non confondere ti amo con un salvami”, “senza continuare a dirti come dover essere”, questi gli sfoghi umani e terapeutici trasmessi con la sua voce calda e comunicativa di un uomo d’arte e di scienza fondatore della Neuropsicofonia™.

ECCO IL VIDEO



NOTE D’AUTORE
Adriano Formoso - Meditazione motivazionale cantataAdriano Formoso nasce a Corigliano Calabro il 9 agosto 1966 da genitori agricoltori provenienti da Cervicati, una comunità con origini Arbereshe della provincia di Cosenza. Ultimo di sei figli, a settembre del 1972 si trasferisce a Milano dove inizia il percorso scolastico che lo porterà a cambiare per tre volte indirizzo di studi passando da un isitituto chimico ad un istituto d’arte e, a seguire, dalla facoltà di Architettura a quella di Medicina e Psicologia. La sua vita da studente alternata a quella di musicista è stata itinerante tra Firenze, Roma e Milano, gli Stati Uniti e l’Inghilterra.

Oggi Adriano Formoso vive e lavora a Milano svolgendo la professione di psicoterapeuta e psicoanalista di gruppo ad orientamento bioniano in cui il ventaglio delle sue competenze mediche, naturopatiche e psicoterapiche offre sempre più spazio all’approccio integrato nella relazione d’aiuto al paziente.

La sua passione per l’arte e la composizione musicale lo agevola nel 2005 ad intraprendere una ricerca sulla correlazione tra frequenza sonora e risposta neuropsicofisiologica nell’essere umano. Adriano Formoso alterna l’attività sanitaria a quella artistica tra conferenze ed esibizioni musicali sia da solo che accompagnato da altri musicisti. I suoi momenti live diventano arricchenti estratti di Gruppo Analitico e di scambio sinergico tra lui e il pubblico, tali da essere stati denominati da alcuni blogger conf-concerti.

Nel 2012 Adriano Formoso riscuote consensi in Argentina dove, a Buenos Aires, sperimenta la canzone come ausilio introduttivo alla terapia di gruppo. Da questa esperienza condivisa con eredi dello psicoanalista argentino Salomon Resnik. Formoso verrà denominato dai colleghi argentini psicocantautore e cantaterapeuta.

PER CONOSCERE MEGLIO L’ARTISTA
Sito web ufficiale

Pagina Facebook
YouTube

Raffaella - Redazione MpA

Appassionata di scrittura creativa e musica. Dalla classica alla lirica, dal pop al metal, senza distinzione di genere ma solo lasciandosi trasportare dalle emozioni e dai mondi fantastici in cui solo la musica ti sa trasportare. Da sempre affascinata dal web e dalle grandi potenzialità offerte dalla Rete e dai social network. Nel 2002, complice MUSICApuntoAMICI, ha conosciuto suo marito Domenico. Grazie a quell’incontro si è avvicinata alla scrittura di articoli di musica per il sito dedicandosi in particolare alla musica emergente italiana. Il lavoro le ha fatto cambiare vita e città ma quella visione aperta su chi vuole entrare da protagonista nel mondo della musica e quel progetto nato per creare uno spazio libero per la musica emergente italiana, non l’hanno più abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.