Festival Macramè dedicato ai cantautori italiani

Dal 5 ottobre al 30 novembre in Franciacorta la prima edizione di Eventi Macramè “Metti in salvo l’autore”
Ore 21.00 Teatro Pax via Roma 34 – Provaglio d’Iseo (Brescia)

PROGRAMMA:
05/10/18 – Ivan Graziani
12/10/18 – Pino Daniele
19/10/18 – Ivano Fossati
26/10/18 – Fabrizio De André
09/11/18 – Pierangelo Bertoli
23/11/18 – Francesco Guccini
30/11/18 – Lucio Battisti

Prevendite:
www.eventimacrame.it e www.vivaticket.it
info@eventimacrame.it
Tel. +39 346 0902200

FUOCHI SULLA COLLINA
di e con Andrea Scanzi e Filippo Graziani
ricordano IVAN GRAZIANI

Pochi musicisti italiani sono stati autenticamente rivoluzionari come Ivan Graziani, il primo a far davvero dialogare rock e cantautorato. Amato ancora tanto, ma mai ricordato abbastanza, FUOCHI SULLA COLLINA è l’incono/spettacolo concepito dal figlio Filippo, che lo interpreta come nessuno, e da Andrea Scanzi che a teatro ha già portato (anche con EventiMacramé) con successo Giorgio Gaber e Fabrizio De Andrè. Non un tour vero e proprio, ma una serata speciale da sfoggiare quando occorre farlo, nei luoghi giusti, nei contesti giusti. Il titolo fa riferimento ad una delle canzoni più ispirate della musica italiana, “Fuoco sulla collina”, ma allude anche alla maniera del tutto personale che aveva Ivan Graziani nel declinare le sue tematiche. Negli anni affollati – i settanta – in cui la musica d’autore si impegnava dichiaratamente, Ivan cercava sempre una via tutta sua: poca politica ma tanto sociale. Testi immediati ma per niente semplici.  E una capacità rara di inventare trame sonore mai scontate.

Lo spettacolo alterna la narrazione di Scanzi alle interpretazioni di Filippo. Entrambi ne ripercorrono la carriera e i mille snodi cercando di stanare non solo i brani più noti (Lugano addio, Taglia la testa al gallo, Monna Lisa, Pigro, Firenze) ma anche gli episodi meno famosi: i ritratti stralunati (Io che c’entro), gli squarci di provincia (Scappo di casa), gli scherzi ispirati (Motocross), la smisurata ritrattistica femminile (Paolina), e le incursioni noir (Fango). Chitarrista personalissimo, presente in dischi preziosi di Lucio Battisti e Francesco De Gregori, Ivan Graziani era capace di azzardi spericolati (Il topo nel formaggio), e trame oltremodo evocative (Olanda).

È stato un pioniere mai banale e goliardicamente rivoluzionario, ironico e dannunziano, eclettico e spiazzante. Nient’affatto etichettabile e per nulla disimpegnato, casomai impegnato a modo suo. Ricordarlo, oltre che un dovere, è un piacere che Filippo Graziani e Andrea Scanzi concedono a se stessi – sul palco hanno davvero l’aria di chi si diverte – e condividono con il pubblico. Un ricordo senza cascami agiografici, ma con tanto affetto. E non meno riconoscenza.

– Voce narrante: Andrea Scanzi
– Musiche e arrangiamenti: Chitarre – Filippo Graziani

Raffaella - Redazione MpA

Appassionata di scrittura creativa e musica. Dalla classica alla lirica, dal pop al metal, senza distinzione di genere ma solo lasciandosi trasportare dalle emozioni e dai mondi fantastici in cui solo la musica ti sa trasportare. Da sempre affascinata dal web e dalle grandi potenzialità offerte dalla Rete e dai social network. Nel 2002, complice MUSICApuntoAMICI, ha conosciuto suo marito Domenico. Grazie a quell’incontro si è avvicinata alla scrittura di articoli di musica per il sito dedicandosi in particolare alla musica emergente italiana. Il lavoro le ha fatto cambiare vita e città ma quella visione aperta su chi vuole entrare da protagonista nel mondo della musica e quel progetto nato per creare uno spazio libero per la musica emergente italiana, non l’hanno più abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.