Nel .BLU. dipinto da Micaela Tempesta

Nel .BLU. dipinto da Micaela Tempesta

© grafica: Gaetano Isernia

Abbiamo il piacere di ospitare nella Vetrina Emergenti di MUSICApuntoAMICI una cantautrice partenopea dalle doti davvero superlative. Si chiama Micaela Tempesta. Autodidatta, suona ad orecchio vari strumenti tra cui chitarra, pianoforte e basso ma anche meno “tradizionali” come plug-in su laptop, campionatori e synth.

Micaela Tempesta è un’artista a 360 gradi: si è dedicata al giornalismo collaborando con testate locali, on-line e cartacee e si è occupata, in veste di direttore artistico, di “viva (io) partenope (o)” rassegna che ha visto la partecipazione di alcuni dei migliori talenti nati a Napoli e in Campania. Tra i suoi successi artistici, l’apertura dei concerti napoletani di Kaki King, Niccolò Agliardi, Pier Cortese, Z-Star, Erica Mou.

Abbiamo “scoperto” Micaela quasi per caso su Facebook – social che la vede molto attiva – e siamo stati letteralmente stregati dal singolo Invincibili, diffuso anche su tutte le piattaforme digitali.

Invincibili è uno di quei brani che ti entra in testa fin dal primo ascolto e che, ancora una volta nella nostra esperienza di ascolto di lavori emergenti, ci pone sempre davanti alla stessa domanda: come mai non lo si sente ancora in radio?

Sì, perché Invincibili – una melodia retrò, quasi anni ’50, e un arrangiamento più che attuale sapientemente mescolate dal produttore Massimo De Vita (fondatore e frontman dei Blindur nonché artefice di numerosi dischi delle realtà emergenti campane) – è uno di quei brani che non ha nulla da invidiare alle hit di successo. Uno di quei brani che ha tutte le carte in regola per diventare esso stesso una hit.

L’album da cui è tratto il singolo si intitola  “.BLU.” e viene descritto così da Micaela:

.BLU. è un colore, uno stato d’animo, l’assonanza con un pronome personale, quello che ci spinge oltre: l’altro, la nostra metà.

Si tratta dell’album d’esordio della cantautrice campana; è prodotto da Massimo De Vita (di cui abbiamo già detto) e Paolo Alberta, storico fonico dei Negrita e produttore indipendente che ne ha curato anche il mix.

Il mastering del disco invece è stato affidato ad Andrea Suriani (tra i suoi lavori ci sono anche Cosmo, Coez, Calcutta e Giorgio Poi).

La competenza di tutti gli artisti che hanno lavorato intorno al progetto emerge chiaramente quando ci si lascia trasportare dall’ascolto del disco. Dieci tracce intrise di R’n’B, elettronica, hip hop, soul e cantautorato italiano dove si sentono in maniera forte le influenze black e allo stesso tempo si percepisce l’essenza del classico racconta storie, fotografo in musica, tutto di stampo italiano.

Oltre al singolo, che apre il disco, meritano spazio tutti gli altri brani del progetto di Micaela.

2 – “060607 (Napoli)”, in cui la cantautrice, a ritmo di reggaeton, racconta la dicotomia della bella Partenope; una lettera aperta alla sirena che da sempre alterna meraviglia e disperazione come una diva hollywoodiana di altri tempi. Nel brano è presente un campione di “‘A Cartulina ‘e Napule” una canzone interpretata da Gilda Mignonette, la Regina degli emigranti, a testimoniare la forte presenza delle radici partenopee dell’autrice e il connubio tra passato e presente che i produttori hanno saputo dare al disco.

3 – “Tumulto e silenzio”, terza traccia del disco, decisamente pop. E’ un brano che tocca le vette del miglior cantautorato italiano. L’arrangiamento elettronico, molto spinto, mette forse un po’ in secondo piano questo aspetto; noi la preferiamo in versione acustica (qui una splendida performance in duetto con Pierpaolo Iermano).



4 – “D’amore e d’altre guerre” racconta invece della fede di un sentimento profondo che non smette di esserci anche nella lontananza, della speranza di ricucire gli strappi che a volte segnano un rapporto amoroso.

5 – “Usami” è invece un brano senza peli sulla lingua che racconta la schiavitù sessuale in un rapporto di coppia e che ha dato lo spunto per il titolo dell’album: “Il mio colore è il blu, decisamente sono malinconica” così annuncia il testo.

6 – “In bilico” è una ballad in chiave elettronica. La canzone è potenza emotiva allo stato puro come l’inizio di una relazione dove tutto è a mille.

7 – “Serena-mente” descrive le vicende di una donna bella e sola che si diverte a stregare gli uomini.

8 – “Favole” racconta la modernità, insita nell’intero progetto. “L’ho scritta dopo aver visto Wall.e  – dice Micaela – mi sono resa conto che non viviamo più realmente ma virtualmente”. “Siamo sempre lì con lo smartphone in mano e gli occhi incollati al display mentre la vita ci sfugge”.

9 – “Per te”, penultima canzone dell’album, non ha strumenti, solo voci distorte, tunate, robotiche, perse nel mal d’amore. Decisamente un bel salto dagli anni ‘50/’60 della prima traccia finiamo dritti nello spazio.

10 – “Ci vediamo domani” è la traccia di chiusura del disco. A nostro avviso, un brano pregevole che ha tutte le carte in regola per candidarsi al ruolo di futuro singolo:  “Non ci è dato di sapere quanto tempo abbiamo, non possiamo fare progetti a lungo termine e allora mi piace dire ci vediamo domani”.

Ecco il lyric video ufficiale del singolo, Invincibili:

Credits
Testo: M.Tempesta
Musica: M. Tempesta | M. De Vita
Prodotto e arrangiato presso Le Nuvole Studio Cardito (NA) da Massimo De Vita, Paolo Alberta, Micaela Tempesta
Missato da Paolo Alberta
Masterizzato da Andrea Suriani

La voce di Micaela è forte, coinvolgente, decisamente in linea con ciò che vuole raccontare, ossia l’esigenza di fare i conti con una storia d’amore che sembrava resistere al tempo.

Micaela rappresenta una bella scoperta, un balsamo per l’anima di chi è assetato, come noi, di buona musica emergente.

 Ci vediamo domani, non è per sempre ma è per sempre che vorrei dirtelo.

E’ con la promessa che chiude il disco che auguriamo a Micaela i successi professionali che merita in quanto artista e in quanto donna. Perché Micaela è anche una bella persona. Cosa che, in un mondo sempre più difficile da capire, non guasta mai!

Per conoscere meglio Michela Tempesta visitate i suoi profili social:

Facebook → MicaelaTempestaOfficial
Twitter → MicaelaTempesta
Instagram → MicaelaTempesta

Ascolta .BLU. su SPOTIFY:

Domenico A. Di Renzo - MpA

Autore di testi iscritto SIAE e diplomato al CET, la scuola di musica di Mogol, dopo aver vinto una borsa di studio SIAE. Collabora con diversi artisti emergenti per alcuni dei quali ha curato i testi del disco di esordio. La musica è la sua più grande passione. O meglio, quella arrivata prima nella sua vita. Con gli anni è arrivato il primo computer, il primo contratto internet e con essi l’amore per l’informatica. Ha ideato MUSICApuntoAMICI nel 1999, agli albori di internet in Italia, quando farsi un sito tutto proprio non era così scontato (e semplice) come oggi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>