Esce oggi l’album di Simona, Il tempo che conta: la recensione

Simona, Il Tempo che conta. Una bella novità in arrivoEsce oggi, sia in cd che in formato digitale, Il tempo che conta. Si tratta del disco di esordio di Simona, al secolo Simona Grancagnolo, di cui vi abbiamo dato un’anticipazione già la scorsa settimana (leggi qui l’articolo di MUSICApuntoAMICI).

Il disco di Simona è disponibile in tutti gli store online, compreso Amazon.

Simona è una cantautrice siciliana che può già far valere al suo attivo una bella esperienza artistica; è stata infatti la voce solista di varie formazioni, tra cui gli Ironika Suerte, e ha collaborato con numerosi artisti di fama nazionale. Il tempo che conta è il suo primo disco solista.

Come vi abbiamo anticipato la scorsa settimana, vi presentiamo oggi una recensione del disco avendo avuto la possibilità di ascoltarlo in anteprima.

L’album, prodotto da Rosario Di Bella, edizioni Maremosso, contiene 9 brani dagli arrangiamenti raffinati e dalle melodie orecchiabili, tutte ornate dalla intensa e allo stesso tempo delicata interpretazione di Simona. Siamo di fronte ad un raffinato pop d’autore.

Pop, perché si tratta indubbiamente di brani figli della migliore tradizione della musica pop italiana e d’autore perché il lavoro di scrittura e composizione (ad eccezione de La vita di un’altra e di Abbracciami, vedremo tra poco il perché) lascia intendere che non si tratti di brani scritti PER l’interprete ma CON l’interprete. E, per quanto ci riguarda, questo è un punto a favore del progetto non indifferente.

Questa sensazione la si avverte già a partire dalla prima traccia, Si può cadere, un brano che inizia con una intro strumentale e una strofa molto classici per continuare poi in un crescendo che porta agli approdi conosciuti ma sicuri delle migliori interpretazioni di Laura Pausini o addirittura di Giorgia. E scusate se è poco!

Stessa sensazione con la struggente, per testo, arrangiamento e voce, Chi è lei. Tutto ciò non deve trarre in inganno né far pensare ad una sottovalutazione di Simona, tutt’altro. Simona ha una sua personalità, esaltata e sottolineata da certi arrangiamenti e da certi testi, a cominciare da Tre corvi, una ballata che evoca la steppa e le danze dei cosacchi…



Tre corvi
l’erba copre il sentiero
solo vetri rotti
porte chiuse
dov’eri amore?

…e continuando con la bellissima seconda traccia, Raggio di stella, con la quale Simona scopre le carte e dimostra presto di che pasta è fatta. La sua interpretazione di questo canto notturno in lingua italiana e sarda (firmato da Gino Marielli dei Tazenda) è intrisa di romanticismo e delicatezza commoventi.

Una citazione particolare merita Il suono del tuo nome nella quale gli autori Di Bella – Hellmann dipingono pura poesia:

Il suono del tuo nome
germoglia come un fiore
e lo dovrò imparare
per non chiamarti amore

Cos’altro aggiungere a cotanta bellezza, se non raccomandarvi di ascoltare il modo in cui Simona “interpreta” questa poesia? Gli stessi autori firmano Il tempo che conta, traccia che dà il titolo all’intero lavoro e della quale non si può parlare senza sottolineare le chitarre di Franco Presti, assoli e virtuosismi da non perdere!

Impreziosiscono l’intero lavoro due cover, le abbiamo accennate a inizio recensione. Si tratta di La vita di un altro (Amadori – Hellmann) pubblicata per la prima volta nel disco Sono pezzi miei, anno 2011, del cantautore Michele Amadori e Abbracciami (Di Bella) comparsa la prima volta ne Il negozio della solitudine di Rosario Di Bella. L’intensità con cui Simona le interpreta entrambe ci dà la cifra artistica di questa raffinata interprete.

A queste non si può non aggiungere El viento y la mujer brano tratto dalla colonna sonora del film italo-spagnolo Ovunque tu sarai. In quel caso l’interpretazione era stata dell’attrice Noa Dori. La voce di Simona, in questa sua versione, esalta i sapori caraibici del brano.

Ci piace! Ci piace Simona, ci piace la maestria con cui in questo lavoro sono stati combinati brani di intensità, colori e sapori diversi raggiungendo un risultato che è pura armonia. Un prodotto che il pop d’autore aspettava da tempo.

Non perdetevi questa novità e fateci sapere qui o sulla nostra pagina Facebook che cosa ne pensate di Simona e del suo disco.

Esce oggi l'album di Simona, Il tempo che conta: la recensioneTracklist:

  1. Si può cadere (Di Bella – Hellmann)
  2. Raggio di stella (Marielli)
  3. Chi è lei (Scamarcio – Hellmann)
  4. La vita di un’altra (Amadori – Hellmann)
  5. Il suono del tuo nome (Di Bella – Hellmann)
  6. El viento y la mujer (Conidi – Calisse – Bonaviri – Dori)
  7. Il tempo che conta (Di Bella – Hellmann)
  8. Tre corvi (Chindamo – Hellmann)
  9. Abbracciami (Di Bella)

Ascolta in streaming su Amazon:

Domenico A. Di Renzo - MpA

Autore di testi iscritto SIAE e diplomato al CET, la scuola di musica di Mogol, dopo aver vinto una borsa di studio SIAE. Collabora con diversi artisti emergenti per alcuni dei quali ha curato i testi del disco di esordio. La musica è la sua più grande passione. O meglio, quella arrivata prima nella sua vita. Con gli anni è arrivato il primo computer, il primo contratto internet e con essi l’amore per l’informatica. Ha ideato MUSICApuntoAMICI nel 1999, agli albori di internet in Italia, quando farsi un sito tutto proprio non era così scontato (e semplice) come oggi. Cura i profili social e alcune rubriche del sito tra cui Vetrina Emergenti. Ha scritto un corso di metrica online e tiene corsi completi per autori di testi presso scuole di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.